Demiurghi in Viaggio: Castrum Meefa

Il nome suggerisce molto...comunque questa è una città rovina costruita dai romani verso il 100 A.C. e scomparsa verso il 600 D.C.
Come vedete dalla foto accanto.

Purtroppo non tutta la città potrà tornare alla luce a causa di un cimitero ebraico che è stato costruito sopra successivamente.  






L'edificio che si vede qui accanto è un tetto, costruito per impedire che la pioggia tocchi la basilica cristiana ed i suoi bellissimi mosaici.













Questo esempio di mosaico è fuori dalla cattedrale tuttavia altrettanto magnifico.
Tuttavia questi mosaici devono essere coperti e controllati poiché capita che  alcune persone rubino tasselli.
Tutti i Tasselli sono fatti di pietre dure quindi i gioiellieri di bassa lega sono molto interessati a loro.






Come potete notare della città è stato ancora estratto poco tuttavia oltre a case e chiese sono apparsi edifici molto interessanti.










Tra gli edifici è stata trovata una cantina.
Essa è dove viene usato il torchio per estrarre dagli acini il vino.
Nella foto potete vedere delle incavature nel muro con un margine alto circa 5 cm, esso serve per la separazione del mosto dal vino: Essendo il vino di minor peso e densità dal mosto resterà in superficie mentre il mosto sedimenterà sul pavimento.
Ripetendo il processo di torchiatura sufficienti volte il mosto sedimenterà a sufficienza per rendere possibile a tutto il vino ad andare in queste vasche poste due per ogni parete della stanza.
Finito il processo il vino viene estratto dalle vasche e messo in anfore.

 Purtroppo per ora non tutti gli edifici scoperti sono visitabili o di dominio pubblico il loro precedente utilizzo.
quindi non è stato possibile ancora riconoscere alcuni degli edifici più comuni delle città romane.





Nessun commento

Powered by Blogger.