Demiurghi in viaggio Geraza

Salve a tutti il vostro Magister Ludicum è tornato!

Chiedo scuso del mio lungo silenzio, ma... sono stato in viaggio e poi avevo bisogno di tempo per riorganizzare le foto e descriverle per voi!

Il viaggio è stato lungo, tre settimane, in Giordania, nell'affascinante medio-oriente e questo è solo il primo di altri interessanti reportage del vostro Magister preferito.

Voglio mostrarvi i vari posti magnifici dove sono stato: oggi vi parlo e vi mostro, soprattutto, della città di Geraza. Nel link ci sono tutti gli approfondimenti storici e di altro genere che wikipedia può offrire.

Io invece vi parlerò di quello che ho visto!
La prima cosa da notare è come anche un paese considerato non certo all'avanguardia come il nostro, denoti invece un'attenzione tutta particolare al turismo archeologico: tutti i cartelli trovati sono in doppia lingua, quella locale (l'arabo, nella fattispecie) e in inglese.
Una cosa peculiare è che l'arco di trionfo è fuori dalla città come anche il circo dove gareggiavano con le bighe e le quadrighe, a differenza di quasi la totalità delle città romane risalenti alla stessa epoca!
L'arco di trionfo è del 130 dopo Cristo.
é posizionato a sud in direzione di Philadelphia
tuttavia non fa parte delle mura.
Ciò è dovuto dal fatto che durante l'ampliamento
della città, all'epoca, hanno trovato un cimitero e visto che nella cultura ebraica, i cimiteri non si toccano, le mura non sono stata ampliate fino all'arco.


L'ippodromo è stato costruito per poter contenere più di 25000 spettatori seduti!!
esso è stato costruito in questo punto, prevalentemente per riempire la distanza tra l'arco di trionfo e la porta sud della città.

Parte di questo edificio è poi stato usato come stalle o alloggi di fortuna nei secoli successivi.
Il Macello.
Geraza è una delle poche città, dove è stato trovato un macello dell'epoca romana in ottimo stato.
in questo luogo venivano venduti gli animali e macellati al momento.
l'edificio si divide in due parti, la corte interna e le absidi esterne.
Nelle absidi gli animali venivano macellati e ne venivano vendute le parti.
Nella corte interna venivano venduti gli animali e vi era la vasca di scolo del sangue degli animali.
Il Tetrapilum.
Nelle città originarie dai Castra romani è facile imbattersi in questo al centro della città.
Al centro di ogni Castrum romano vi è il tetrapilum che è il punto di incrocio tra il Cardo (Nord-Sud)ed il Decumano (Est-Ovest).
Da essi si diramano tutte le vie secondarie della città.


Il Nymphaeum.
Questa particolare fontana votiva allo spirito dell'acqua.
Cos'è il tesoro più grande del mondo? L'acqua potabile! Ed i romani sapevano questa verità.
In ogni cavità vuota dovete immaginarvi delle statue.
La fontana è costruita a 2 livelli, il inferiore alla nicchie delle statue (dove ci sono i fori scuri) e la fascia inferiore (visibile meglio sulla foto sottostante).
Mentre la parte superiore era di pura estetica, la vasca inferiore serviva per abbeverare chiunque passasse.
Il Santuario di Artemide.
Ogni città romana e greca ha una divinità a cui è più devota, in questo caso Artemide.
benchè ci fosse il tempio di Zeus in città, questo era il tempio principale e più grande.
Una cosa interessante è che la scalinata che collega Il Cardo al Santuario, è diviso in 7 rampe di scale da 13 ognuna.
All'interno del santuario vi era una statua alla Dea che tuttavia è sparita nei secoli successivi.




Il Teatro.
Geraza era grande città commerciale tanto che vie erano 3 teatri nella città e di 3 dimensioni diverse.
Come si vede nella foto, erano a 2 livelli.
Questo è il teatro intermedio per dimensioni.

Spero che questo piccolo scorcio vi sia piaciuto.
Sperando di condividere con voi, tutte le mie esperienze per le città antiche ed i mie viaggi vi saluto.... Per ora !

Nessun commento

Powered by Blogger.