LIBROSAMENTE INSIEME!

In questo post vi presenteremo alcuni eventi che si svolgeranno presso la




EVENTI E PRESENTAZIONI


Alessandro Fusco @ Fantasy on air

L'autore della saga "Il sole di Alur", pubblicato da Edizioni Il Ciliegio, e di altre storie (fantasy, thriller, ecc.) presenzierà lunedì 2 dicembre alle ore 21.00 alla trasmissione in diretta web sul canale di fantasy on air dalla Cascina Roccafranca di Torino.
Saranno in onda su www.improntadigitale.org

Alessandro Fusco è scrittore emergente di romanzi fantasy, thriller, fiabe e poesie. Creatore del mondo immaginario di Ferhaven, è autore della saga "Il Sole di Alur" pubblicata da Edizioni Il Ciliegio e altre storie.
Sito internet: www.specchionero.net

Per maggiori informazioni sull'evento collegatevi al sito di Fantasy On Air o alla loro pagina FB.

EVENTI MARCIANI 2 - 8 dicembre 2013





Quando: Lunedì 2 dicembre ore 16.30 
Dove: Libreria Sansoviniana Piazzetta San Marco, 13/a - Venezia


Presentazione del facsimile del codice marciano Lat. II, 60 (=2075):
Orationes ad Herculem Ferrariae Ducem (Il Sant’Agostino estense)



Saluto di Maurizio Messina (direttore della Biblioteca Nazionale Marciana). Intervengono: Luca Bellingeri (direttore della Biblioteca Estense Universitaria, Modena) e Ernesto Milano (già direttore della Biblioteca Estense Universitaria, Modena). Saranno presenti la Casa editrice Imago Srl e il Distributore in esclusiva 
Graffiti Srl.

A conclusione della serata il prof. Antonio Paolucci (direttore dei Musei Vaticani), terrà una prolusione.
Ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili.

Il codice, uno dei manoscritti più preziosi della miniatura Estense, è dedicato a Ercole I d’Este, secondo duca di Ferrara, fratello di Borso. Venne realizzato attorno all’anno 1482 dal medesimo gruppo di artisti che realizzò la decorazione del Breviario d’Ercole I.

Il manoscritto, in magnifiche condizioni di conservazione, si compone di 192 carte, e presenta la legatura preziosa coeva in pelle decorata. La storia del codice presenta qualche mistero: libro di devozione personale di Ercole I, venne disperso in occasione del trasferimento della corte estense a Modena, nel 1598. Successivamente il manoscritto, in circostanze mai chiarite, confluisce nella ricca collezione del patrizio veneziano Jacopo Nani, il quale alla sua morte (1796) lo lascerà alla Biblioteca Marciana di Venezia, dove è ancora oggi conservato come uno dei suoi più preziosi cimeli.

Il testo del manoscritto, con brani tratti dalle Meditationes e dai Soliloquia di Sant’Agostino, venne vergato dal celebre calligrafo Andrea delle Vieze in elegante scrittura gotica disposta a piena pagina, ed è finemente miniato. Numerose iniziali maggiori con oro, e minori, segnano le partizioni del testo. Sono ben 68 le miniature figurate, attribuite a Tommaso da Modena, artista attivo presso la corte estense negli ultimi decenni del XV secolo e autore, assieme a Matteo da Milano, anche di molte miniature presenti nel celebre Breviario d’Ercole I d’Este. 

L’edizione in facsimile, in soli 500 esemplari numerati e certificati dalla Direzione della Biblioteca Nazionale Marciana di Venezia, è stata realizzata attraverso l’innovativo procedimento del retino stocastico su carta che simula la pergamena originale. I fregi e i decori in oro sono stati riprodotti attraverso un’esclusiva lavorazione artigianale. La legatura, eseguita a mano, presenta la coperta in cuoio lavorato a sbalzo, come nel manoscritto originale.

Completa l’edizione un esauriente commentario scientifico, redatto e curato da Ernesto Milano.



Giornata di studio Rossi Minutelli Biblioteche in trasformazione 



Quando: Mercoledì 4 dicembre dalle 10.00 alle 17.30
Dove: Libreria Sansoviniana Piazzetta San Marco, 13/a - Venezia 

Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili

Una giornata di studio dedicata a Stefania Rossi Minutelli, bibliotecaria marciana dal 1971 al 2005, scomparsa nell'ottobre del 2008. 
La giornata si propone di toccare vari temi biblioteconomici, di studio e ricerca che le erano propri, di ricostruirne gli interessi e la personalità e rievocare il clima degli anni in cui si svolse la sua attività, attraverso gli interventi di colleghi, amici e delle tante persone con cui entrò in contatto. 
Traendo spunto dagli argomenti trattati è forte l'intenzione di riprendere il suo messaggio nell'attualità del nostro lavoro, come stimolo a ripensare la professione e il mondo delle biblioteche. 
Stefania Rossi Minutelli, nata a Milano nel 1945, dopo la laurea in lettere presso l'Università di Roma, conseguì il diploma presso la Scuola di Archivistica, Paleografia e Diplomatica dell'Archivio di Stato di Venezia.

Nel 1971, vincitrice di concorso, venne assegnata alla Biblioteca Nazionale Marciana, allora diretta da Giorgio E. Ferrari che fu per lei un vero e proprio maestro. Forti riferimenti culturali li ebbe anche in Luigi Crocetti e Maria L'Abbate Widmann. Tra gli incarichi marciani, in parallelo alla costante e fattiva collaborazione con la Direzione dell'Istituto, si ricordano in particolare quelli di responsabile della catalogazione corrente e retrospettiva, di conservatore dei manoscritti e di responsabile delle sale di consultazione.

Ha insegnato materie biblioteconomiche in vari corsi di formazione professionale organizzati sia dalla Marciana per il personale interno, sia da vari enti locali, tra cui le Regioni Veneto e Friuli Venezia-Giulia, sia dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali. È stata anche docente a contratto di Biblioteconomia presso l'Università Ca' Foscari di Venezia negli anni accademici 1998-2000.

Nel 1996 è stata designata quale componente della Commissione ministeriale per la revisione delle Regole Italiane di Catalogazione per Autori, alle cui riunioni ha partecipato fino a che non l'hanno impedito gravi problemi di salute. Dal 1997 è stata a capo del progetto, fra i primi in Italia, di retroconversione dei cataloghi marciani da supporto cartaceo a magnetico (denominato Progetto Golem), che ha reso consultabile anche in remoto gran parte del patrimonio della biblioteca.

Stefania Rossi Minutelli ha svolto una intensa attività in seno all'Associazione italiana biblioteche, sezione Veneto: socia dal 1972; segretario nel Comitato regionale 1975-1979; presidente dal 1980-1984; consigliere dal 1992 al 1997. Durante la presidenza dell'AIB furono molti i temi verso i quali indirizzò il suo impegno: la formazione dei bibliotecari, con l'organizzazione di corsi a cui l'Associazione era stata chiamata dalla provincia di Venezia e dalla Regione; le problematiche relative alla legge regionale sulle biblioteche, per cui era stata chiesta la consulenza dell'AIB; la valorizzazione delle biblioteche di pubblica lettura; i temi legati alla crescente attenzione rivolta all''automazione delle biblioteche; il ruolo delle biblioteche e dei bibliotecari scolastici; la creazione e lo sviluppo dei sistemi bibliotecari, tra cui in particolare la consulenza per lo sviluppo del sistema bibliotecario urbano del Comune di Venezia. Nel 1983, sempre durante la sua presidenza, si tenne ad Abano Terme il XXXI Congresso nazionale AIB e prese avvio il periodico «Biblioteche venete: bimestrale dell'esecutivo regionale veneto dell'Associazione italiana biblioteche», visto quale strumento di informazione e comunicazione tra le biblioteche del Veneto, e quale organo di diffusione delle iniziative promosse dalla Associazione.

La produzione scientifica ha spaziato dagli studi sui manoscritti marciani alle tematiche della catalogazione e dell'indicizzazione, dalla storia delle biblioteche all'edizione di erbari antichi.

Per altri dettagli al link




Venezia, convegno sulla letteratura fantastica 


Giovedì 5 e venerdì 6 dicembre 2013, l’Università Ca’ Foscari di Venezia ospita il convegno internazionale “Adventures in Wonder Worlds. The Power of Literary Fantasy“.
Intervengono illustri relatori tra i quali: Laura Tosi e Peter Hunt (anche organizzatori del convegno), Francesca Orestano, Lindsay Myers, Alessandra Avanzini, Jane Carroll, Rocio Davis, Victoria de Rijke, Anja Müller, Monica Santini, Morag Styles e, a distanza, Maria Nikolajeva.
Verranno analizzati molti testi (tra i quali: Pinocchio, Alice, il Mago di Oz) e autori (J.R.R. Tolkien, G.R.R. Martin, Morgan le Fay e altri).

E’ proprio il titolo dell’intervento di Nikolajeva che può prestarsi come slogan del convegno: “Why Reading Fantasy Is Good for Your Brain”. Non manca un approfondimento sul fantastico italiano, a cura di Lindsay Myers (Università di Galway, Ireland) autrice del libro Italian Children’s Fantasy. A National and International Perspective.

Per altri dettagli seguite questo link

Nessun commento

Powered by Blogger.