Iliade 01

Con questo post voglio iniziare la lettura dell'Iliade.
Purtroppo molti di noi non hanno il tempo di leggere un buon libro comodamente seduti o non ne hanno la voglia. In ogni tempo e in ogni luogo vi sono state persone che hanno adorato leggere e altre che invece non ne hanno mai sentito la necessità. Ora per fortuna vi sono gli audiolibri, dico per fortuna in quanto permettono una maggior divulgazione delle conoscenze ma non sarà mai come leggere un libro vero. La bellezza della carta da sfogliare ... ma sto divagando dicevo che gli audiolibri sono un interessante mezzo di divulgazione ma cosa succede se degli attori rileggono l'Iliade?

Eccovi il risultato della prima serata dell'Iliade


Istruzioni per la lettura:
Nel testo vi saranno numerosi link che vi riporteranno a brani audio dell'opera, se vogliamo questo è un esperimento multimediale, seguitelo con attenzione è un'opera unica: l'Iliade ovviamente :)


In questa prima serata vengono fatte due introduzioni molto interessanti da parte di Baricco che ci spiega alcuni fatti noti e poco noti su quest'opera. Come è giusto che sia prima di procedere nell'ascolto di un'opera che troppo spesso abbiamo associato solo a noiose lezioni scolastiche che forse cominciavano con una definizione molto simile a questa:

L'Iliade è un poema epico tradizionalmente attribuito ad Omero, composto da ventiquattro libri o canti, ognuno dei quali è indicato con una lettera dell'alfabeto greco maiuscolo, per un totale di 15.688 versi in esametri dattilici. Il titolo deriva da Īlĭŏn, l'altro nome dell'antica Troia, cittadina dell'Ellesponto (e da non confondere con Ilion nell'Epiro). Opera ciclopica e complessa, è un caposaldo della letteratura greca e occidentale. Narra le vicende di un breve periodo della storia della guerra di Troia, accadute nei cinquantuno giorni dell'ultimo anno di guerra, cui l'ira di Achilleè l'argomento portante del poema.


Perfetto, dimenticatevi quelle noiose lezioni, questo è il prologo e già da questo possiamo comprendere che
Agamennone e Criseide-Ferrari Luca
sarà un lettura molto diversa da quella alla quale ci hanno abituati.

Sappiamo che all'inizio l'Iliade, come molti altri poemi e storie più o meno sacre venivano tramandate oralmente e se ne potevano formare diverse versioni. Nell'Iliade si inserirono storie di molte guerre, di molti eroi e tutte potevano entrare nella serie denominata "Iliade" e attribuita ad Omero. Eh si perchè l'Iliade contiene tutte le basi delle storie avventurose, d'armi e d'amore che poi furono scritte... come sempre non abbiamo inventato nulla di nuovo.

Si procede con il primo canto che inizia nove anni dopo l'inizio della guerra e a parlare è la protagonista di questo canto: la bella Criseide, figlie di Crise il sacerdote di Apollo. In questo capitolo capiamo subito come anche i grandi re allora dovevano piegarsi ai sacerdoti degli dei ma Agamennone non era un re giusto e volle una contropartita per riconsegnare la schiava a suo padre e far cessare l'ira di Apollo per l'offesa subita dal suo sacerdote, come aveva interpretato Calcante l'indovino. La contropartita per soddisfare il proprio ego era la schiava di Achille, l'uomo che aveva cercato di mediare tra il re supremo e il padre addolorato per la figlia. Achille l'eroe amato da tutti perché giusto in pace quanto spietato con i nemici in battaglia.


"la guerra è un'ossessione dei vecchi che mandano i giovani a combatterla." Con queste parole inizia il capitolo dedicato a Tersite l'uomo che amava mettere discordia tra gli uomini e in particolare ridicolizzava i re. Arriva il momento in cui deve parlare di fronte ai guerrieri e nemmeno in quell'occasione Tersite si risparmia.



Achille e Briseide


Nessun commento

Powered by Blogger.