EVENTI: La prossima settimana

APPUNTAMENTI A MESTRE (VENEZIA)


Quando: Mercoledì 11 settembre, ore 18.00

In collaborazione con l'Associazione Cuore di Carta e laFeltrinelli

Massimo Carlotto: Le vendicatrici (Einaudi)

Massimo Carlotto è nato a Padova e vive vicino a Cagliari, autore di numerosi libri di successo, tradotti anche all'estero, si occupa di teatro e televisione. Il suo nuovo lavoro, scritto a quattro mani con Marco Videtta, è il ciclo di romanzi Le vendicatrici (Einaudi)


La trama
Se avete amato Ksenia, il primo romanzo del ciclo de Le vendicatrici, il vostro raffinato palato di lettori non potrà che deliziarsi del secondo: Eva.
Ma se non avete letto Ksenia potete tranquillamente iniziare da Eva. I romanzi si posso leggere anche senza un ordine preciso. Conta il nome sulla copertina. Ksenia, la siberiana . Eva, la profumiera. Sara, la misteriosa. Luz, la professionista.
Ora tocca a Eva, Eva D'Angelo, romana, quarant'anni. Una donna solare, appassionata del suo lavoro, ama il marito Renzo. Ma lui la tradisce. Con le slot machine e con un'altra donna. Melody, giovane e bella. 
Eva ignora la verità. La scopre quando una mattina si ritrova davanti Melody. Uno scontro da cui esce perdente, provata e ferita.
Ma aiutata dalle nostre vendicatrici, riesce a ritrovare il coraggio di mettere insieme i pezzi della propria esistenza, trovando anche il coraggio di affrontare la sua rivale.
Melody fa parte del clan criminale dei Mascherano che controlla una zona di Roma. Giovane, violenta ma con la testa piena di sogni, cova la ribellione nei confronti dello zio Serse che vorrebbe darla in sposa a uno dei suoi sottocapi. Il suo amore per Renzo è la prova più alta e coraggiosa del suo rifiuto delle leggi del clan.
Eva e Melody. Antagoniste ma unite dal comune destino di condividere un uomo sbagliato. Uno dei tanti che si incontrano nelle pagine di questo romanzo. Uomini che confondono possesso per amore o più semplicemente sono incapaci di rapportarsi alle donne se non con la prepotenza o la violenza. O il tradimento. 
Ma anche uomini che invece le donne le amano sul serio. Come il commissario Paolo Mattioli che si prende a cuore la vicenda di Eva con straordinaria umanità.
I colpi di scena si susseguono tra vittorie e sconfitte. 
E come sempre le nostre vendicatrici trovano la forza di ribellarsi e di battersi perché sono unite e non rinunciano mai all'amore, all'amicizia, alla solidarietà. Alla dignità.
Anche far arrabbiare Eva si rivela una pessima idea.




Quando: Giovedì 12 settembre, ore 18.00

In collaborazione con l'Associazione Cuore di Carta e laFeltrinelli

Antonella Gatti Bardelli: Il cielo capovolto (Bompiani)

E’ nata a Trieste e vissuta per alcuni anni a New York. Il cielo capovolto (Bompiani) è il suo primo romanzo. Si occupa di teatro e collabora con la Compagnia Instabile di Pino Roveredo.





La trama
Figlia perfetta, studentessa modello, la ragazza più ricca del quartiere. Antonella è prigioniera dell’immagine
allegra e spensierata che gli altri hanno di lei e il bisogno urgente di amore e approvazione la spinge a fingere di essere quello che non è. Finché un viaggio di lavoro a New York diventa l’occasione per evadere dalla noiosa normalità di una città di provincia, per fuggire via dalla solitudine e inseguire il successo e la libertà tanto desiderata. Ma l’illusione del sogno americano si infrange contro una gelida notte di inizio febbraio, quando Antonella, cui sarà diagnosticata una forma di depressione bipolare, tenta di togliersi la vita. E il cielo si capovolge. Un diario coraggioso che parla di un faticoso percorso di salvezza, in cui l’autrice affronta senza vergogna “il più grande inciampo” della sua vita e racconta, mettendosi a nudo, la sua umile rinascita, per spiegare “a chi ha perso la speranza o a chi crede di averla esaurita, che la vittoria sul dolore è possibile; si chiama abbraccio bacio fatica stanchezza risveglio pillole analisi scrittura o semplicemente poesia”.




Open Day


Dove: Milano, Via Giusti Giuseppe 42, 20154 Milano, Italy
Quando: Giovedì 12 settembre 2013 Dalle 19.00 al 22.00


Laboratori aperti di affresco, mosaico, vetrata, pittura, arazzo contemporaneo, incisione, illustrazione, fumetto, graphic design, figura dal vero.









Libreria Lovat di Villorba.

Martedì 27 settembre – ore 18,30
LARA ADRIAN presenta IL BACIO ETERNO (Leggereditore, 2011)
Straordinariamente in Italia in occasione dell’uscita del sesto libro della saga de “La Stirpe di mezzanotte” (nelle librerie italiane dall’1 settembre), l’autrice americana presenta la sua nuova storia piena di azione e intrighi, ma anche di sensualità e romanticismo.







FIRENZE GIOCA
Quando:

Dal 21 settembre alle ore 12.00 al 22 settembre alle ore 20.00

Eccoci a voi anche quest'anno, come ogni anno, per presentare la favolosa edizione 2013 di FirenzeGioca, festa del gioco per tutti, arrivata alla maggiore età!!
La 18° edizione vi accoglierà il 21 e 22 settembre prossimi, con un sacco di novità ed ampliamenti che riguardano in particolare l'area esterna della nostra ormai storica sede: il teatro ObiHall di Firenze.
Siamo lieti di annunciare a tutto il ludico pubblico, che quest'anno avremo ben 3 concorsi, che riguardano tutti, in modo differente, l'ambito del gioco.

Si parte con un bel contest “Smart Design” (http://www.firenzegioca.it/iniziative/bando-smart-design/ ) per autori di giochi, bandito da BGDItalia.it in collaborazione con ProGioco Firenze e con il contributo di Coyote Press, Ghenos Games, PostScriptum e Red Glove, per continuare con un po' di dolcezza, grazie al “I° Contest FirenzeGioca Game Cake Design” (http://www.firenzegioca.it/iniziative/1-contest-di-game-cake-design-firenzegioca/ ), dove le opere che rappresenteranno al meglio il concetto di gioco ed il tema scelto per quest'edizione, saranno premiate e poi degustate dal pubblico durante il pomeriggio di sabato 21.

Dulcis in fundo, ciò che sempre avremmo voluto avere: la “I° Gara Cosplay a FirenzeGioca” (http://www.firenzegioca.it/cosplay/regolamento-gara-cosplay-22-settembre-2013/ )!! Domenica pomeriggio, il nostro spazio esterno si riempirà di loschi figuri, abbigliati in modo ancora più losco, per regalarci una sfilata davvero speciale per cercare di vincere gli ambiti premi messi in palio dall'organizzazione (Iscrizioni in loco, domenica dalle 10:00 alle 15.30).

Altre novità assolute saranno l'area prototipi (http://www.firenzegioca.it/firenzegioca2013/area-prototipi/) e per la gioia di collezionisti ed accumulatori ludici, ci sarà il Mercatino del gioco usato e da collezione “FirenzeRiGioca” (http://www.firenzegioca.it/iniziative/firenzerigioca-mercatino-dellusato/) dove anche i comuni mortali (previa iscrizione!!) potranno portare il proprio “arredo da prato” per vendere e scambiare giochi, fumetti e quant'altro di attinente possiedano nelle proprie dimore...
E se ciò di cui volete liberarvi non è così tanto da potervi permettere un pezzo del nostro prato, portare tutto ciò che di ludico vi avanza in casa alla nostra “Asta di BeneFirenza” (http://www.firenzegioca.it/iniziative/asta-di-benefirenza/): farete del bene alla manifestazione e ci aiuterete ad andare avanti con i proventi raccolti (senza dimenticare che potreste trovare quel giochino vintage che state cercando da tempo...;).

Queste righe, solo per descrivere le novità, perché il programma straborda di eventi, tornei, demo e chi più ne ha più ne metta, sarà presto online all'indirizzohttp://www.firenzegioca.it/programma/, ma giusto per invogliarvi un altro po', ricordiamo i classici tornei di Bang!, finale nazionale di “Coloni di Catan”, l'open internazionale di Cubo di Rubik ed il nostro unico ed esclusivo “Tentacolo d'oro” (torneo a squadre de “Il richiamo di Chtulhu”).

Se tutto ciò vi alletta pesantemente, ma avete figli che pensate di non poter portare, niente paura: l'area Junior quest'anno sarà molto più grande ed offrirà possibilità di gioco anche per bambini molto piccoli con laboratori, trucchi magici e per il viso, bolle e palloncini colorati, oltre che giochi della tradizione in legno, materiali di recupero, lego e una mini ludoteca con tanti giochi in scatola per tutta la famiglia...

Non vi basta? Allora immergetevi in altre epoche, con la favolosa nave dei Pirati e le sfide all'ultimo bucaniere, il circo ed i suoi giocolieri ed equilibristi, l'area per il tiro con l'arco, l'arena per le dimostrazioni di scherma e spada e la Firenze medievale degli sbandieratori e musici della Signoria.




Arrivano gli Spartani a Dolo e a Padova


Sabato 7 e domenica 8 settembre arrivano gliSpartani. Attraverso delle rievocazioni storiche i presenti assisteranno allo spettacolo “Cleonimo contro i Veneti”, un’evento per ricordare un fatto accaduto nel 302 a.C. nella città e che fu narrato da Tito Livio.
La ricostruzione storica dello scontro tra i Veneti e Spartani avverrà in due momenti:sabato 7 allo Squero di Dolo e domenica 8 a Palazzo Moroni Padova. Lo spettacolo realizzato da attori figuranti vestiti da Spartani, interpreterà l’assalto di un villaggio ricostruito e abitato secondo le caratteristiche dell’epoca; la battaglia vedrà vincitori i Patavini agli ordini di Belleno Sekene.
SABATO 7 A DOLO:
Dalle ore 10 alle 22 apertura del villaggio; dalle 11 alle 12 didattica per bambini; dalle 15 alle 16 tiro con l’arco per bambini; alle 18.30 inizio sviluppo scenico spetaccolo; alle 19.30 saccheggio; alle 20 consiglio dei maggiorenti; alle 20.30 combattimenti rituali; alle 21.30 battaglia finale e alle 22 la cerimonia del fuoco e della spada.
DOMENICA 8 a PADOVA:
Inizio alle ore 10 a Palazzo Moroni con la partenza del corteo storico in direzione dei Giardini dell’Arena Romana; alle 11 nei  Giardini dell’Arena il combattimenti rituali preceduti dalla presentazione del procuratore e dalle 16 alle 18 replica dello spettacolo.
Per maggiori informazioni spettacolo di Dolo www.comune.dolo.ve.it e Padova www.padovanet.it

Nessun commento

Powered by Blogger.