EVENTI: DRC Web (Rock) Tour - Tappa 8



I protagonisti

Dopo diverse settimane in Tour, arriviamo alla fine di questa entusiasmante esperienza. Da Fantasy Magazine a Young Adult, da Orgoglio Nerd a Libri e Caffèllatte, passando per Terre di Confine, Nero Cafè, e Dragoisland. Chiudiamo in bellezza sul sito dei Demiurghi con l’ultima tappa, lasciando il palco direttamente ai protagonisti dopo aver parlato e trattato di musica; dell’ambientazione; della nascita dei personaggi e delle idee che hanno plasmato la storia; di Battle Rock e del Torneo dei Rock Guerrieri; dei nemici degli eroi; dei giudizi del produttore (Plesio Editore) e di bizzarri personaggi. Che carrellata!

Non ci dilunghiamo in descrizioni e schede identificative. La tappa di oggi è dedicata a loro, i DRC, rockband sgangherata protagonista del romanzo. Li salutiamo in modo particolare, ponendo la stessa scomoda domanda a ognuno. Matt e compagni hanno promesso di rispondere sinceramente, senza bugie né peli sulla lingua (praticamente un invito a nozze a Duff, quello volgare).

Bene, veniamo alla domanda scomoda e relative risposte. Sta per calare il sipario sul primo Web (Rock) Tour. DRC, tocca a voi!

Domanda: Stai rischiando grosso. La Battle Rock sta per decidersi, così come il destino dei tuoi compagni. Sei nella situazione di dover salvare solo uno solo dei tuoi amici. Chi decidi di salvare?

Risposte dei personaggi in ordine di apparizione nella storia:

Matt, quello sfigato, alla batteria: Una parte di me si lascerebbe cadere sul palco aspettando che sia la sorte a decidere. A volte non siamo costretti a scegliere, no? In questo caso particolare non avrei il coraggio di stabilire chi far vivere e chi lasciar morire. Penserei a Charlotte, perché è la persona che più mi mancherebbe se riuscissi a salvarmi, ma non potrei abbandonare tutti gli altri. “Si vive insieme, si muore da soli” per citare uno dei miei telefilm preferiti. Va bene come risposta?

Duff, quello volgare, al basso: Ma che caz** di domanda è? Cioè, ma ‘fancu**! Sono i miei amici, o tutti o nessuno! Prenderei il mio strumento e mi darei da fare! Okay, pallemosce (Matt n.d.r.) a volte mi fa inc** e lo ucciderei di mazzate, ma tengo moto anche a lui, caz**! Matt è Matt, oh! Avrei qualche difficoltà a decidere su caramellina (Charlotte n.d.r.) e quello stron** fumato (Axl n.d.r.), ma in qualche modo salverei anche loro!

Saul, quello figo, alla chitarra: Queste domande non si fanno, bello! Che diavolo. È come se dovessi scegliere tra la mia Santa (la chitarra n.d.r.) e il cellulare. E poi c’è Megan (la pupa n.d.r.), come potrei lasciarla morire, bello? Non ci posso credere, io… io penso che salverei lei. Megan sta con me, bello, non posso vederla ammazzata. Tra noi due è una cosa seria.

Axl, quello fumato, prima voce: Oh… eh… Già! Oh… be’, gente, d’accordo. Tutti, salverei tutti tranne quella oca di prima categoria (si riferisce a Megan n.d.r.). Non me ne voglia l’amico Saul, ma mi ha rubato il posto! Ha delle belle tet**, ma sono io che decido, e io decido così, va bene? Oh… eh… muori, oca spiumata!

Megan, la pupa, voce femminile: Uno solo? Uh, mamma mia, non è possibile! E come si fa? Però a
pensarci bene non avrei scelta. Il mio picci prima di tutto! Saul non deve morire, non deve proprio! Urlerei a squarciagola nel mio microfono e farei piazza pulita. Picci, ti salvo io! […] Ma un pensiero particolare va alla mia seconda picci, a Charlotte. Poverina. Così ho due picci… ? Oh. Non posso salvare anche la seconda picci? No?

Charlotte Michelle, quella intelligente, la modificatrice: Ho calcolato una media impressionante di risposte secondo cui si deciderebbe di salvare la persona più vicina alla propria posizione. Ehm… secondo alcune ricerche, il salvatore in questione non avrebbe un margine di scelta superiore al trentacinque percento. Sceglierebbe il compagno più vicino a meno che non ci siano in gioco altri coefficienti, come l’indice di adrenalina nel corpo, le condizioni del proprio strumento e lo stato vitale degli avversari. A ogni modo, io spero (*arrossisce*) che la persona più vicina in quel momento sia Matt.

E dopo questa sequenza di risposte sincere e sorprendenti, è giunto davvero il momento di chiudere. Il produttore e l’autore di Dark Rock Chronicles ringraziano immensamente tutti i blog, i siti e i collaboratori per l’ottima riuscita del Web Tour. Nella speranza di avervi divertito e incuriosito, un caro saluto a tutti. And now… 

LET’S ROCK!


Concludiamo noi Demiurghi il web (rock) tour dei DRC, la produzione e l'autore di Dark Rock Chronicles: siamo lieti di aver ospitato quest'ultima tappa del tour dei DRC, anticipati ieri dalla recensione della loro opera qui e li salutiamo in attesa di un nuovo... CD? 

Nessun commento

Powered by Blogger.