Buon anno, buoni propositi!

E rieccoci ad affrontare un nuovo anno, carichi di mille e più impegni e a tirare le somme dell'anno appena passato.
Un anno duro, durissimo durante il quale ci siamo visti travolgere da una crisi economica che è passata sulle nostre vite come un rullo compressore.
Qui non si parla di politica e non lo si farà mai - nei limiti del possibile - ma è stupido nasconderci dietro un dito e far finta di niente. 
L'unica cosa vera e importante è che siamo ancora qui, tutti quanti. Noi Demiurghi da un lato dello schermo a scrivere e voi lettori, fan affezionati e visitatori occasionali dall'altro a leggere. E come per gli anni passati il nostro unico proposito è quello di darvi qualche momento di svago, ogni giorno. Questo è l'impegno che ci siamo presi, così per gioco e che un po' meno per gioco abbiamo portato avanti per garantire a tutti uno sprazzo di serenità dalla vita difficile che ci attanagliava giorno dopo giorno.
Alle volte ci siamo riusciti, altre meno. Abbiamo avuto dei periodi di stop, altri in cui abbiamo rallentato. Ma non abbiamo mai mollato e quando uno di noi non ce la faceva, ecco un altro demiurgo subentrare e mettere mirabolanti pezze.

Come per il miglior Capodanno che si rispetti, abbiamo voluto chiudere anche noi col botto, pubblicando in eBook il primo - speriamo - di una serie di racconti "da viaggio". Cose veloci, nulla di pretenzioso e speriamo che sia un progetto gradito. Speriamo anche di non rompere troppo le scatole se lo pubblicizzeremo in modo piuttosto concreto e costante: gli introiti di questi racconti hanno una finalità ben precisa, il nostro buon proposito per l'anno che si sta aprendo: pagarci e autosostenerci un sito web serio e degno di tale nome che ci consenta di avere più blog tematici riducendo il numero dei tag e facilitando così il recupero degli articoli da parte vostra.
Un piccolo sogno, un gradino da salire. Chissà.

Poi ci siamo presi questi giorni di vacanza, con l'ultima pubblicazione a ridosso del Natale complice anche la mia assenza da qualsiasi collegamento internet nel mio soggiorno italiano se non qualcosa a singhiozzo e rigorosamente a scrocco dagli amici. Fra non molto ripartirò per ricostruire un futuro in una terra straniera, scelta che con questa crisi è quasi obbligata per molti miei coetanei e per moltissimi giovani italiani.

E ora? E per il futuro?
Ci piacerebbe alle volte avere il potere dei nostri divinatores di strappare il velo del tempo e guardare oltre, capire cosa ci riserva il futuro. Ma dietro le quinte della Specula, i Demiurghi altro non sono che normalissime persone con lavoro, famiglia, figli e tutti gli annessi e connessi di una comune vita media. Con la variante della nostra fantasia a darci qualche scampolo di sogno e che, grazie a questo blog, condividiamo volentieri con chi ci segue.
Come sempre all'inizio del nuovo anno si pianifica (tanto poi i piani saltano sempre per un motivo o per l'altro), si fanno progetti, ci si riassesta. Berenike ci ha abbandonato, ma non per sempre, lo studio universitario per lei, come il lavoro per noi, ha sempre la precedenza sugli hobby. Un uccellino però mi ha detto che la storia di Celeste sta proseguendo e che con il nuovo anno dovrebbero ripartire le pubblicazioni per portarla a compimento, nel futuro. 
Nuovi Demiurghi rinforzeranno le fila di questo blog garantendoci articoli interessanti sulle cose più svariate, daremo quindi il benvenuto ad Heimricht Etrurio Venetio e a Caio Cornelio Scipione Renano (sì, proprio loro! I creatori e giocatori di questi fantasmagorici personaggi della Coorte XVII Syriana) che con la loro attiva partecipazione consentiranno a me ed Elios di concentrarci meglio sulle pubblicazioni con le case editrici (ops... forse non dovevo dirlo? :D ) e di riprendere in mano quegli approfondimenti di archeologia e storia che da molto stiamo trascurando, quella parte della nostra passione che ho sempre ritenuto un po' il fiore all'occhiello di questo blog perchè univa con uno stile (spero) fresco e coinvolgente brani e racconti di pura fantasia ad ambientazioni storiche reali avvalorate anche da articoli storici (che spero sempre siano) non noiosi.
Nuove collaborazioni sono state strette e altre sono state rafforzate nel corso del 2012, con l'intento di ampliarle e applicarle nel corso del 2013, non solo con Dragon Island che si sta rivelando una seconda casa per alcuni di noi, ma anche con altri blog letterari che popolano la rete.

Di buoni propositi per l'anno nuovo, come tutti, ne avremmo a bizzeffe per riempirci ben più di una valigia. Ma con i tempi che corrono e con un piede tenuto saldamente per terra noi Demiurghi continueremo per la nostra strada volando basso, dandoci manforte e sperando che le cose portino voi lettori ad avere un briciolo di coraggio in più per esprimere il vostro pensiero e commentare il blog: i commenti sono liberi, senza alcuna "censura" e senza la necessità di avere un account google, quindi gente... dateci dentro, fate sentire la vostra voce, i vostri pensieri, aiutateci a crescere.

Bene, dopo avervi ammorbato come si deve con una sfilza di buoni propositi di cui temo ben pochi riusciremo a realizzare, vi lascio con il miglior augurio di buon anno a tutti voi da parte di tutto lo staff di questo blog: da me, Azia Rubinia, da Elios Tigrane, Bastet, Magister Grafitarum, Berenike Celeste Iunia, Heimricht Etrurio Venetio e Caio Cornelio Scipione.

Buon Anno Nuovo e... voliamo basso. Ma continuiamo a volare nei nostri sogni.


Nessun commento

Powered by Blogger.