COMUNICATO: I Demiurghi e DragonCurrents


Da un anno a questa parte, i Demiurghi sono sbarcati sull’isola dei draghi, inizialmente curiosando in giro per il forum, quindi iniziando a partecipare e dopo aver tirato dentro per i capelli anche Elios, abbiamo iniziato a collaborare attivamente anche con il portale di dragonisland.it.
Quello dei demiurghi e di dragonisland.it è un connubio recente e in costante sviluppo, un connubio nato quasi per caso e che ha dato frutti insperati: sul forum gestiamo un Play by Forum nella nostra ambientazione, spesso alcuni nostri articoli sono stati pubblicati sul portale di questa bella isola, perché ciò che ci accomuna è il fantasy e l’amore che tutti noi abbiamo per esso.
Non ha alcuna importanza che il nostro sia un fantasy storico, anzi, è solo un motivo di diversità nel panorama del fantasy italiano e ci ha permesso di stringere delle grandi amicizie e rendere immane la gioia di poter finalmente abbracciare davvero questi amici quando si riesce a incontrarsi.

Questo connubio lancia una nuova stretta di mano tra noi demiurghi e pandemyc, tra questo blog e il portale: il magazine su google currents. Non avendo la stessa panoramica di dragonisland in merito ai contenuti – per quanto vari possano anche essere i nostri talvolta – non ritenevamo necessario un passo avanti di questo genere “in solitaria”. L’idea, buttata là più per gioco che per reale volontà di espanderci in un ramo a noi sinceramente un poco ostico per tempo e tecnologie differenti, è stata raccolta da quel drago di Pandemyc e in un momento di pura follia estiva (certamente dovuta alla calura), il buon master of the puppets di DragonIsland si è messo a smanettare allegramente e in un quarto d’ora o giù di lì mi arriva un messaggino: “guarda DragonCurrents”.
Inutile dire che non potevo che approvare la scelta. E così, per chi volesse leggere i nostri articoli con calma, dal proprio smartphone senza doversi per forza di cose collegare in 3G via web – dopotutto il nostro blog è sempre stato disponibile anche per i dispositivi mobili – lo può scaricare una volta con Google Currents (per sottoscrivere la DragonCurrents usate un’app di riconoscimento del QR-Code qui indicato) e leggerselo con calma durante il giorno.
Fino a quando la DragonCurrents non raggiungerà le 200 sottoscrizioni non sarà visibile nell’elenco delle riviste on-line, quindi signori miei sottoscrivete la DragonCurrents per portarvi il nostro blog sempre in tasca e… vi assicuriamo di cuore che non resterete delusi nemmeno dai contenuti che il portale di DragonIsland mette a disposizione del pubblico.

Se non usate il QR code potete usare il seguente link: http://www.google.com/producer/editions/CAowtJjjAQ/dragonislandit

Nessun commento

Powered by Blogger.