UNA VITA, MILLE VITE: mistero notturno

La notte era scesa sul mondo, gli dei e gli uomini erano andati a dormire, solo un’esile figura conduceva una piccola barca nella notte illuminata dalla luna, unica testimone di quello che stava per accadere. Dopo molto navigare la barca giunse alla piccola spiaggia isolata, la casa era buia, le imposte erano state chiuse e il silenzio regnava sulla baia. Gli unici rumori che si sentirono furono quelli dei piccoli animali che uscivano per catturare il cibo prima dell’inverno. La barca si fermò al piccolo molo e la figura scese agilmente assicurandola ad una bitta di ferro. Dopo aver provato che il nodo si sciogliesse facilmente con un unico strattone si incamminò verso la casa.

Nessun commento

Powered by Blogger.